Che la Montagna facesse bene, lo si sapeva. Che passeggiare, scalare, arrampicare o anche solo camminare facesse bene a corpo, anima e spirito, non è certo una novità. Ma che la Montagna diventi una vera e propria «terapia», in effetti, lo è.

O meglio, solo negli ultimi anni è emerso il valore della Montagna come percorso riabilitativo riconosciuto in ambito socio-sanitario e nei contesti dove praticata.

Si tratta di una storia lunga che affonda le sue radici nella fine degli anni ’80 e che, in tutti questi anni, è maturata e si è affinata nei suoi risultati positivi anche grazie al sostengo del CAI – il Centro Alpino Italiano – che da sempre la sostiene e la coadiuva.

Anche la nostra cooperativa sociale opera con la «Montagnaterapia» presso la Comunità di Fara Olivana, che ha attivato il gruppo “Emozioni Verticali portando in montagna le persone inserite in comunità con problemi di dipendenza e tornando ogni volta con esperienze di gruppo positive, sane ed emozionanti.

Scopri tutto nella pagina dedicata qui nel nostro sito: http://bessimo.it/montagnaterapia/