fbpx
standard-title Sostegno Psicologico Psichiatrico

Sostegno Psicologico Psichiatrico

In tutte le nostre comunità terapeutiche è previsto l’intervento dello Psicologo nei seguenti ambiti:

  • supervisione quindicinale agli staff;
  • attività rivolte agli utenti (colloqui di valutazione, colloqui di supporto, gruppi di sostegno psicologico)
  • attività rivolte ai bambini
  • partecipazione all’equipe multidisciplinare

In alcune comunità è previsto l’intervento dello Psichiatra che interviene nei seguenti ambiti:

  • monitoraggio della terapia farmacologica
  • consulenza e formazione all’equipe
  • valutazione utenti
  • partecipazione all’equipe multidisciplinare, quando previsto

Il monte ore di queste figure viene determinato ogni anno dal Consiglio di Amministrazione su proposta del Responsabile Psicologi, che predispone un piano annuale e lo mantiene monitorato.

Ogni Responsabile di Comunità stabilisce l’utilizzo delle ore di intervento psicologico rivolte agli utenti, in base ai seguenti criteri:

  • gli interventi psicologici devono raggiungere la totalità delle persone che sono inserite nelle nostre comunità
  • tali interventi devono risultare sempre più integrabili con le attività quotidiane presenti nelle nostre comunità
  • tali interventi devono essere quantificabili e verificabili e devono risultare all’interno del Progetto Educativo Individualizzato (PEI) dell’utente

Per questo motivo il Sistema Qualità prevede un documento fornito ai professionisti che collaborano con noi con le indicazioni procedurali ed amministrative ed un modulo per la rilevazione delle attività prestate.
Tutte le attività di Psicologo o Psichiatra sono svolte presso la comunità terapeutica.
Il Responsabile Psicologi è la Dott.sa Grazia Ardesi, Responsabile Risorse Umane della Cooperativa di Bessimo. 
Questa figura assegna gli Psicologi alle comunità terapeutiche in accordo con il Resp. Servizi Residenziali, interviene sulla gestione dei problemi con le comunità e cura l’aspetto contrattuale.

La valutazione psicologica / psichiatrica si realizza attraverso:

  • la lettura del materiale scritto proveniente dal SERD, o altro Servizio Inviante, e dal Servizio Accoglienza;
  • il colloquio o i colloqui con l’utente, limitati a tracciare il profilo dell’utente stesso;
  • la condivisione in equipe multidisciplinare e la compilazione del PEI;

l’eventuale stesura di una relazione scritta (che viene allegata nel FASAS dell’utente) all’interno della quale poter trovare delle indicazioni di massima e delle ipotesi sul soggetto e su possibili strategie ed indicazioni operative da fornire allo staff educativo.

Il supporto psicologico / psichiatrico è possibile purché rientri nel monte ore assegnato alla comunità.
L’equipe individua l’obiettivo e la sua durata e propone al professionista la presa in carico della persona.

Gruppo di sostegno psicologico
In alcune comunità la figura dello Psicologo gestisce e conduce percorsi di gruppo terapeutico di varia natura (gruppo per alcolisti, psicodramma ecc..).

Supervisione e consulenza alle equipe delle comunità terapeutiche
Ogni comunità terapeutica dispone di un intervento di supervisione quindicinale.

Obiettivi:

1) Supervisionare l’intervento dell’equipe educativa perché possa instaurare un’adeguata relazione di aiuto con l’utenza, attraverso:

  • la discussione, il confronto e l’elaborazione dell’intervento sui casi singoli;
  • la possibilità, attraverso l’esposizione di casi, di rielaborare le emozioni suscitate negli educatori nella relazione d’aiuto con l’utenza, distinguendo quanto appartiene al proprio mondo emotivo (fantasie, ansie, aspettative, reazioni, difese, schemi di comportamento, ecc.) da quello che appartiene al soggetto del quale l’educatore è case manager (partendo dalla richiesta e dalle risorse reali del soggetto stesso), perché l’intervento sia il più adeguato possibile;
  • il raggiungimento di una buona relazione fra i membri dell’equipe e della capacità di confronto costruttivo al proprio interno (analisi delle dinamiche interne), dato che l’intervento educativo in comunità nel suo complesso è un intervento d’equipe.

2) Supervisionare i processi educativi perché siano coerenti con l’orientamento terapeutico-educativo della comunità.

sostegno_psicologico