standard-title Sicurezza

Sicurezza

CLASSIFICAZIONE ATECO 2007

Il codice prevalente per i servizi residenziali della Cooperativa di Bessimo è 87.2 (strutture di assistenza residenziale per persone affette da ritardi mentali, disturbi mentali o che abusano di sostanza stupefacenti).  Nei Documenti di Valutazione del Rischio di ogni sede sono indicati i codici prevalenti e quelli sussidiari.

Macro Settore 7 – Sanità e Servizi Sociali

La classificazione delle attività economiche ATECO è una tipologia di classificazione adottata dall’Istituto Nazionale di Statistica italiano (ISTAT) per le rilevazioni statistiche nazionali di carattere economico.

È la traduzione italiana della Nomenclatura delle Attività Economiche (NACE) creata dall’Eurostat, adattata dall’ISTAT alle caratteristiche specifiche del sistema economico italiano.

Attualmente è in uso la versione ATECO 2007, entrata in vigore dal 1º gennaio 2008, che sostituisce la precedente ATECO 2002, adottata nel 2002 ad aggiornamento della ATECO 1991.


 

Dotazioni

Ogni sede della Cooperativa di Bessimo dispone, oltre a quanto specificatamente elencato più avanti, di:

  • Organigramma della Sicurezza aggiornato, esposto in genere nell’ufficio operatori, con l’indicazione di chi ricopre le diverse funzioni relative alla Sicurezza (RSPP, RLS, Preposto, Responsabile e addetti ai servizi di antincendio e primo soccorso), oltre ai numeri telefonici da chiamare in caso di emergenza;
  • Documento di valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza, redatto ai sensi del Decreto Legislativo 81/2008;
  • Piano di valutazione del rischio specifico per le lavoratrici madri previsto dal D.Lgs. 151/01;
  • Libretto di impianto per la caldaia o Libretto di centrale per la centrale termica;

Ad ogni nuovo assunto viene consegnata una copia del Manuale di primo ingresso per la sicurezza dei lavoratori.  Ogni dipendente riceve la formazione sulla sicurezza prevista per legge.

La Cooperativa di Bessimo ha sottoscritto un contratto di consulenza annuale in materia di sicurezza nel lavoro, igiene e prevenzione incendi con una società autorizzata.


 

Rischio di incendio

Ogni sede della Cooperativa di Bessimo è stata classificata in base al rischio di incendio, riportato nella tabella seguente:

In ogni sede sono presenti:

  • Un Responsabile ed eventuali altri addetti del Servizio Antincendio adeguatamente formati a norma di legge con corso di 8 ore per tutte le sedi. Gli attestati sono esposti presso la sede.

Ogni sede della Cooperativa di Bessimo è attrezzata a norma di legge per il rischio di incendio ed è dotata di:

  • Documento di valutazione del rischio d’incendio, redatto ai sensi del Decreto Legislativo 81/2008;
  • Piano di emergenza antincendio, redatto ai sensi del Decreto Legislativo 81/2008;
  • Certificato di prevenzione incendi rilasciato dai Vigili del Fuoco nei casi in cui è previsto dalla legge (ad esempio se la centrale termica o il forno con il piano cottura hanno potenza superiore a 116 kw o in presenza di un serbatoio di gas): sono in possesso del Certificato di prevenzione incendi le sedi di Adro, Fara Olivana, Gottolengo, Manerbio, Pontevico e Pudiano.
  • Estintori della tipologia e nel numero previsto dalla legge, collocati in modo ben visibile nelle aree comuni, identificati da apposito cartello e verificati ogni tre mesi (2 volte l’anno da un tecnico specializzato che ne effettua la manutenzione o la sostituzione e 2 volte l’anno dal Responsabile interno del servizio antincendio);
  • Pannelli indicanti le vie di fuga e la posizione degli estintori appesi in modo ben visibile nelle aree comuni, almeno uno per piano;
  • Pannelli indicanti le vie di fuga e la posizione degli estintori appesi dietro le porte di tutte le camere;
  • Registro dei controlli per la sicurezza antincendio, aggiornato quattro volte l’anno: due dal Responsabile del Servizio Antincendio e due dal tecnico specializzato che effettua la manutenzione o la sostituzione degli estintori.
Rischio Sedi
BASSO Bessimo, Capo di Ponte, Concesio, Cremona, comunità e drop-in, Gabbioneta, Malonno, Paitone.
MEDIO Cividate Camuno, Fara Olivana, Gottolengo, Manerbio, Pontevico, Pudiano, Rogno.
ALTO Nessuna

La caldaia (con potenza inferiore a 35 kw) o la centrale termica (con potenza superiore a 35 kw) vengono controllate una volta l’anno con la verifica dei fumi a cura di un tecnico specializzato che provvede alla loro manutenzione. Ogni controllo o manutenzione viene annotato sul Libretto di Impianto o sul Libretto di Centrale;


 

Primo soccorso

sicurezza_primo_soccorsoIn ogni sede sono presenti:

  • Un Responsabile ed eventuali altri addetti del Servizio di Primo Soccorso adeguatamente formati a norma di legge con corso di 12 ore. Gli attestati sono esposti presso la sede.

Ogni sede della Cooperativa di Bessimo è attrezzata a norma di legge per il pronto soccorso ed è dotata di:

  • Almeno un armadietto o cassetta di primo soccorso come previsto dagli standard dal gruppo B,

 

Laboratori per l’attività ergoterapica

Una volta all’anno il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione verifica la tipologia delle lavorazioni in corso presso i laboratori delle comunità terapeutiche, al fine di verificare i potenziali rischi e l’adeguatezza dei dispositivi di protezione individuale nelle sedi in cui questi fossero necessari.

Presso le comunità terapeutiche di Capo di Ponte, Manerbio, Pudiano e Rogno, in cui viene utilizzato un carrello elevatore per l’attività ergoterapica è presente un operatore adeguatamente formato all’uso dello stesso tramite un corso certificato di 12 ore.

Presso tali sedi è in dotazione un manuale sull’uso del carrello elevatore.


 

Impianti elettrici

sicurezza_elettricitaTutti gli impianti elettrici delle sedi della Cooperativa di Bessimo sono stati realizzati e norma e certificati per la loro conformità.

Ogni impianto elettrico dispone di un proprio progetto ed è stato denunciato all’ISPESL (Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro).

Il corretto funzionamento dell’impianto di messa a terra viene verificato da una società autorizzata ogni due o cinque anni come previsto dalla normativa


 

Infortuni

sicurezza_infortuniAl momento della comunicazione dell’infortunio il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione:

  • Contatta il preposto della sede presso la quale è avvenuto l’infortunio per raccogliere le informazioni legate alla cause
  • Valuta se predisporre un sopralluogo presso la sede insieme la preposto
  • Informa il Resp. Assicurazione Qualità perché venga aperta una Non Conformità (tranne nel caso di infortuni in itinere di dipendenti)
  • Con le informazioni acquisite stabilisce l’intervento opportuno al fine di prevenire per il futuro il ripetersi di infortuni analoghi
  • Verifica se siano stati utilizzati i DPI previsti per quella lavorazione
  • Verifica se siano state rispettate le procedure per l’informazione e la prevenzione degli infortuni
  • Verifica se l’utente abbia firmato il modulo “Lavorazioni ergoterapiche e DPI”
  • Decide come trattare la Non Conformità fino alla sua chiusura
  • Comunica al Resp. Assicurazione Qualità il trattamento della Non Conformità e la sua chiusura
  • Se nella stessa sede rileva il ripetersi id infortuni nel semestre o nell’anno effettua un sopralluogo con il preposto e valuta come intervenire per prevenire successivi infortuni

Ogni sei mesi il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione verifica sui registri INAIL gli eventuali infortuni occorsi nelle sedi.

Annualmente vengono analizzati gli eventuali infortuni sul lavoro occorsi nelle sedi ad operatori e utenti e si dispongono gli eventuali interventi correttivi.


 

Serbatoi di gas

sicurezza_gasSono presenti presso le comunità terapeutiche di Adro, Fara Olivana, Gottolengo, Manerbio e Pudiano uno o due serbatoi di gas GPL, disposti ad adeguata distanza dall’abitazione o interrati.

Ogni serbatoio è corredato da una valvola di intercettazione a vista collocata sul tubo e – se non interrato – è ancorato a terra su una piazzola in cemento recintata e dotata di cancellino di accesso chiuso da un lucchetto.

Il recinto è presente anche per i serbatoi interrati.
Ogni serbatoio è corredato da due estintori posti all’esterno della recinzione e protetti da un involucro per le intemperie.


 

Rischio stress e burn-out

sicurezza_burnout-Per tenere sotto controllo il rischio stress ed evitare il burn-out degli operatori, la Cooperativa di Bessimo utilizza i seguenti strumenti:

  • monitoraggio delle ferie non godute dell’anno precedente in modo che non superino le 38 ore;
  • monitoraggio delle ore di recupero in modo che non superino le 38 ore;
  • turn over degli operatori dello staff (non deve superare il 40%)
  • somministrazione annuale del questionario di soddisfazione al personale in servizio
  • somministrazione triennale del Maslach Burnout Inventory (questionario sullo stress) al personale in servizio
  • supervisione quindicinale per gli staff delle comunita’ e dei servizi di prossimita’

sicurezza_elementi

Responsabile del Servizio
di Prevenzione e Protezione (RSPP)
nominato dal Consiglio di Amministrazione
il 23 giugno 2014
Nicola Danesi

Rappresentante dei lavoratori 
per la sicurezza (RLS)
eletto dai dipendenti 
nell’aprile 2014
Massimiliano Romeda